SPAZIO COMPITI E SOSTEGNO SCOLASTICO PER DSA

I passaggi dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria e da questa alla scuola secondaria, costituiscono per i bambini dei cambiamenti molto importanti che li portano a doversi confrontare con nuove realtà; in questi ultimi anni sta crescendo il numero di bambini che presenta un disturbo specifico dell’apprendimento (DSA) o disturbi comportamentali (ADHD, DOP, DC) che vanno a inficiare la didattica.

I DSA (dal termine inglese  learning disabilities) sono  disturbi specifici dell’apprendimento che spesso si manifestano nascondendosi dietro a un basso rendimento scolastico, disturbi del linguaggio, disturbi di attenzione e riguardano la capacità di leggere, di scrivere e di calcolare in modo corretto e automatizzato e si suddividono in: DISLESSIA, DISORTOGRAFIA, DISGRAFIA, DISCALCULIA I DSA sono veri e propri disturbi che se sottovalutati possono comportare per il soggetto in questione  frustrazione, ansia e bassa autostima, per questo è molto importante riconoscerli tempestivamente, così come è importante diagnosticare disturbi comportamentali, emozionali e sociali  nei bambini/ragazzi per poi attuare l’intervento più adatto, attraverso l’utilizzo di strategie specifiche.

Supportare la famiglia che ha un figlio con una diagnosi di DSA o altri disturbi  è fondamentale, perché il ruolo del genitore è molto difficile e presenta sfide complesse tutti i giorni, in particolare in presenza di problematiche comportamentali e emotive. Gli strumenti tecnologici (computer) sono degli ottimi supporti per questi ragazzi che impiegano tanto tempo per studiare, che fanno fatica a leggere e a scrivere in maniera fluente e rapida, è importante insegnare loro l’utilizzo del pc e i vantaggi che possono trarne, esistono in commercio tantissimi software didattici che li aiutano a ottimizzare il proprio tempo.